A proposito di Nelson Barden – Restauratore e conservazionista

Nelson Barden (b. 1934) è stata una figura fondamentale nella ricerca, restauro e conoscenza dell'organo a canne americano del primo Novecento. Attraverso il proprio lavoro e l'incoraggiamento degli altri, Nelson ha guidato un cambiamento a livello nazionale nel modo in cui gli organi americani dell'inizio del XX secolo vengono percepiti e trattati.

Nato e cresciuto in Libano, New Hampshire, Nelson ha studiato all'Università del New Hampshire (Durham) prima di trasferirsi a Boston in 1957. All'inizio lavorava con l'accordatore d'organo di Boston Roy E. H. Carlson, Nelson ha fondato la propria attività all'inizio degli anni '60. Oltre alla cura degli organi a canne, Nelson ha sviluppato una specialità di restauro di strumenti musicali automatici, alla fine in collaborazione con Kenneth Clark come azienda di Barden & Clark. Un punto culminante di questo periodo è stato il collegamento di un giocatore Welte al 1929 Organo Welte alla Chiesa dell'Alleanza di Boston, dove è stata ricreata e registrata l'arte perduta degli organisti del passato.

Negli ultimi anni '70 Nelson tornò a tempo pieno al restauro degli organi. Fino a questo punto, i vecchi organi raramente ricevevano un'attenzione meccanica senza qualche forma di alterazione delle canne e del suono. Nelson credeva che gli strumenti dell'inizio del XX secolo avessero un'integrità e un'identità degne di essere preservate e che dovessero essere meticolosamente restaurate senza modifiche. Alla prima chiesa di Cristo, Scienziato a Cambridge, Nelson ha messo in atto la teoria con un importante restauro inalterato 1936 W. W. Kimball. Il successo lì ha portato a lavorare sul punto di riferimento 1936 Aeolian-Skinner presso la Chiesa dell'Avvento di Boston. Qui Nelson si è concentrato sul restauro esperto, accesso migliorato, e mezzi sofisticati per fermare le infiltrazioni d'acqua che avevano afflitto lo strumento.

Questi trionfi portarono Nelson alla Boston University, dove è nata l'opportunità di fondere il suo amore per gli strumenti musicali automatici con gli organi del suo periodo preferito. Fra 1981 e 1990, Nelson e il suo team hanno ripristinato un 12 ° posto 1930 Skinner e un 24-rank 1930 Eolie, entrambi con meccanismi di riproduzione. Questi strumenti sono stati allestiti in un laboratorio fornito dall'Università in un magnifico 1928 concessionaria auto. Splendidamente restaurato, facilmente attraversato, e ascoltato in modo affascinante attraverso le loro esibizioni, questi organi attiravano visitatori da tutto il paese, Canada, Inghilterra, Francia e Germania. Alla fine questi due strumenti combinati con altri materiale per diventare l'organo sinfonico della Boston University, attraverso Commonwealth Avenue presso la George Sherman Union, dove possono essere attraversati e osservati attraverso il vetro.

Durante questo periodo e oltre, il negozio Barden ha completato altri progetti: presso la Old South Church e la United Parish Church di Boston (1921 e 1933 Skinners), Chiesa dei pellegrini di Plymouth a Brooklyn Heights (1937 Eolie-Skinner), Chiesa del Buon Pastore a Jacksonville, Florida (1929 Conciatore), e la progettazione e le fasi iniziali del restauro a Longwood Gardens, le più grandi Eolie con 10,010 tubi. Durante questo periodo, Nelson ha formato molti altri che ora sono voci di spicco in questo campo (compreso Sean O ’Donnell, Jonathon Ambrosino, Joseph Sloan e Joseph Rotella, tutti hanno dato un contributo incommensurabile al completamento dell'organo presso la Comunità di Gesù.)

Negli ultimi venticinque anni, Nelson si è concentrato sul progetto che ora conclude la sua carriera e, infatti, diventa la sua firma nella visione e nel suono: lo strumento amalgamato per la Chiesa della Trasfigurazione, che riassume tutto il suo fascino, ardore, e la tecnica - la sua personale espressione d'amore - per il meglio di ciò che la costruzione di organi americani offriva all'inizio del XX secolo, messo al servizio del culto attivo e del programma dei concerti presso la Comunità di Gesù.